Ci vado perchè ho pagato

Come tutti gli anni, finita l’estate, iniziano i progetti su come passare il freddo e lungo inverno, cercando di evitare di ritrovarsi la primavera prossima con un una manciata (quando va bene) di chili in più. L’inverno sarà lungo, duro e faticoso. La prova costume non è più una minaccia, ma solo un lontano ricordo e quindi è più facile farsi battere dalla forchetta, eterna nemica.

“Qualcosa dobbiamo fare, non possiamo passare tutto l’inverno sul divano, altrimenti sarà un disastro” pensiamo. Ma già a metà pensiero smettiamo di crederci sul serio. E allora ci vuole una motivazione forte. Da solo non combinerò mai niente, inizierò la mia attività convinto di portarla avanti tutto l’inverno, ed arrivare la prossima primavera in splendida forma, ma al primo giorno di pioggia: “oggi quasi quasi sto a casa, tanto vado poi domani che non piove”.

Ci vuole un compagno di avventura. Qualcuno pronto a spronarci, che alla prima incertezza ci convinca ad uscire di casa e ci faccia sentire in colpa se ci tiriamo indietro.

“Ciao… ehm.. senti, oggi non è che avrei molta voglia… “
“!!??!… speravo me lo dicessi, nemmeno io! Andiamo a fare un aperitivo?”
“Andata!”

Meno male che in due ci si fa forza… L’amico non basta, non è la soluzione. E’ vero, a volte un amico davvero convinto ci può aiutare, ma non basta!

E allora ci vuole di più, dobbiamo insistere, ci vuole un qualcosa che quasi ci costringa a continuare, perchè così avevamo detto e perchè questo era quello che ci eravamo imposti. Qualcosa che ci tocchi davvero, che faccia la differenza.

“Mi iscrivo!” Le due parole magiche. Mi iscrivo in palestra, o in piscina, o ad un corso, qualsiasi cosa purchè si paghi! Così non ci fermeremo davanti a nulla. “Ci vado perchè ho pagato!”

Certo… Due volte, tre volte, anche cinque qualcuno.

Ma poi… quando sono passate le prime settimane e la spesa iniziale è stata metabolizzata, inizia l’inverno. Piove, e fa freddo, e il corso è una palla perchè è troppo difficile, oppure troppo facile, domani sera non c’è perchè l’istruttore è malato, ho fatto tardi in ufficio non riesco ad andare, e poi in piscina c’è la coda per asciugarsi i capelli, poi stasera gioca il Milan, poi c’è la cena coi colleghi, poi il compleanno dell’amica, poi ho il raffreddore meglio che non vado che poi mi ammalo del tutto…

Insomma… è’ arrivato l’autunno e come tutti gli anni, le palestre, le piscine, gli istruttori… ringraziano.

Annunci

Pubblicato il 1 ottobre 2010, in Uncle's Mind con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Ne so qualcosa… costo come il salmone 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: