Minimo sforzo con massimo risultato

Sabato pomeriggio ricevo una telefonata dalla mia Amica (notare la maiuscola) Sara, voleva invitarmi a passare un pomeriggio e serata a Morbegno con i relativi fidanzati: purtroppo le mie attività della giornata erano già state stabilite a causa di fatica e stanchezza accumulate durante la settimana, quindi ho dovuto declinare l’invito per passare uno splendido pomeriggio in compagnia del ferro da stiro. Per farmi perdonare, decido di invitarli a cena una sera in settimana, in modo tale da poter mettere in pratica il mio corso di cucina del quale ancora nessuno ha visto i risultati. Morale della favola, decidiamo per venerdì sera.
Il menù della cena si fa subito complicato, soprattutto per i gusti difficili dei commensali: chi non mangia pesce, chi non mangia verdura, chi non mangia fomaggio… Insomma, per fare qualcosa di appetitoso ed apprezzato devo mettermi d’impegno!
Per cercare di accontentare tutti i gusti decido per le due portate, un antipasto ed un primo con un secondo di riserva: propongo infatti affettati misti con focaccine (il tutto poco impegnativo data la mancanza di tempo) e lasagne (che andranno preparate con anticipo), tenendo come alternativa pollo al curry con riso basmati in caso di fame eccessiva.

Per quanto riguarda gli affettati c’è poco da dire e da fare, basta stenderli su un bel piatto da portata con qualche decorazione qua e la (sono sufficienti un paio di pomodorini tagliati a metà ed aggiunti al piatto, o magari arrotolare gli affettati creando forme particolari): minimo sforzo, buon risultato!

Per le focaccine dato il poco tempo a mia disposizione sono aimè ricorsa al panettiere…

Arriviamo così al piatto forte: la mia lasagna! Va preparata in anticipo per forza di cose, perchè il ragù deve cuocere per bene. Ingredienti base: cipolla, carota e sedano, carne trita, pasta di salame o salsiccia, passata di pomodoro, polpa di pomodoro, pasta, besciamella e parmigiano per la decorazione. Le varianti sono numerosissime e per questa volta mi sono lasciata consigliare da una saggia nonna, che mette tutti gli ingredienti a freddo e fa cuocere finchè non è tutto pronto. Altrimenti “l’olio cuoce troppo e poi si sente, non è più buono!”

Il pollo al curry non credo servirà in ogni caso proverò a proporlo e la ricetta è classica e semplice: petto di pollo tagliato a straccetti ed infarinato, lasciato a soffriggere un po’ con olio e cipolla (tagliata sottile, rigorosamente quasi invisibile). Si aggiunge il curry e a piacere del pomodoro. Il riso basmati è ottimo per accompagnare piatti speziati o da sapori forti, ed anche solo lessato è di grande effetto.

Ringrazio la nonna (anche se non è la mia…) ed apparecchio la tavola, sperando che la cena sia gradita.

Annunci

Pubblicato il 9 ottobre 2010, in In Cucina con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: